italy power
pizzo-calabro Pizzo
Centro peschereccio e balneare di circa 9.000 abitanti affacciato a picco sul mare in una posizione incantevole lungo la Costa degli Dei, a soli 10 km dall’Aeroporto Internazionale di Lamezia Terme. E’ uno dei borghi più pittoreschi della Calabria. Secondo la tradizione, sorge sulle rovine dell'antica Napitia, fondata da una colonia di Focesi scampati all'eccidio di Troia che decisero di stabilirsi in quei luoghi ameni, su cui poi fiorì la Magna Grecia.
Il centro cittadino è caratterizzato da stradine strette e tortuose incantevoli da esplorare, alla ricerca di residenze signorili e antiche chiese dall’elevato valore storico-artistico. In riva al mare sorge la celebre e suggestiva Chiesa di Piedigrotta: una grotta scavata nel tufo, le cui stalagmiti vennero scolpite e trasformate in statue. Non può mancare una visita al Castello Aragonese, monumento nazionale, detto Murat perché vi fu fucilato Re Gioacchino Murat. Ogni anno, in autunno, ha luogo la rievocazione storica dello sbarco, dell’arresto, della condanna e della fucilazione del Re.
Pizzo è nota per la qualità del gelato artigianale, tanto da essere definita “città del gelato”; per la produzione del tartufo e del vino Zibibbo.
Terme Caronte Terme Caronte
Al centro della Calabria, alle pendici del gruppo montano del Reventino, da oltre duemila anni sgorgano acque salutari.
Le acque solfuree della sorgente Caronte, la più importante e rappresentativa tanto da dare il nome alle Terme, si presentano per le loro caratteristiche peculiari adatte alle più diverse patologie anche per la loro giusta temperatura: circa 39°C, che non richiede alcun intervento.
Le Terme, a pochi chilometri dal mare, in una valle a 240 m. s.l.m., circondate dalle montagne del costituendo parco “Difesa Mitoio Caronte”, inserite in un bosco secolare di querce, castagni, e pini godono di un clima mite tutto l'anno.
Le Terme Caronte sono un complesso all’avanguardia attento al mutare dei tempi e alla soddisfazione del Cliente, senza tradire le radici storiche e culturali dell’impresa. Dispongono anche di una moderna area “Benessere” ove si fondono sinergicamente le risorse naturali “Acqua e Fango” con le metodiche di cura degli inestetismi. Luogo ideale per programmi di prevenzione, cura e riabilitazione, in un ambiente climaticamente privilegiato ed ecologicamente incontaminato, nel quale ritrovare salute e benessere.Le terme distano circa 20 Km dai complessi costruiti dalla Blue Beach Srl.
serrasanbruno Serra San Bruno
“Della sua amenità, del suo clima mite e sano, della pianura vasta e piacevole che si estende per lungo tratto tra i monti, con le sue verdeggianti praterie e i suoi floridi pascoli, che cosa potrei dirti in maniera adeguata? Chi descriverà in modo consono l'aspetto delle colline che dolcemente si vanno innalzando da tutte le parti, il recesso delle ombrose valli, con la piacevole ricchezza di fiumi, di ruscelli e di sorgenti? Né mancano orti irrigati, né alberi da frutto svariati e fertili.”
Così San Bruno nel 1097, nella Lettera a Rodolfo il Verde, descriveva l’area in cui sorge Serra San Bruno, raggiungibile in soli 40 minuti di viaggio dai complessi della Blue Beach srl. Si tratta di una splendida cittadina immersa nei boschi delle Serre calabresi, collocata ad una altitudine di circa 800 metri sul livello del mare. Di notevole interesse naturalistico sono i giganteschi esemplari di faggio, castagno e abete bianco secolari. Il territorio boschivo, parte del Parco naturale regionale delle Serre, è attraversato dal "Sentiero Frassati”: un percorso escursionistico ad anello della durata di 7 ore che attraversa il territorio dei comuni di Mongiana e Serra San Bruno.
Meritano di essere visitate le sue nove chiese e in particolare la Certosa (con il museo annesso), fondata dallo stesso San Bruno, di cui tutt’oggi conserva le spoglie mortali. Si tratta di una delle due certose maschili ancora attive in Italia. Tipici del posto sono i piatti a base di funghi.
roccelletta Parco archeologico della Roccelletta
Nel territorio del comune di Borgia si estende l’area del Parco Archeologico di Scolacium, raggiungibile in soli 30 minuti di viaggio. Il parco conserva al suo interno, all’ombra dei verdi ulivi secolari, antichissime costruzioni delle epoche greco-romana e normanna oltre a reperti archeologici di notevole interesse storico e artistico, ceramiche di età remote e numerose statue acefale. All'ingresso del parco, si erge imponente la Roccelletta di Borgia: una basilica dedicata a Santa Maria della Roccella. Continuando la piacevole passeggiata all’interno del parco si possono ammirare il Teatro Romano, adagiato sul pendio naturale della collina, capace di ospitare circa 5000 spettatori, costruito nel corso del I secolo e circondato da un uliveto tra i più estesi del Mezzogiorno; il Foro Romano; la piazza pavimentata con grandi mattoni laterizi e la sede del senato. Ogni anno, durante il periodo estivo, ha luogo la rassegna internazionale di scultura “Intersezioni”: una mostra esclusiva, unica nel suo genere, nella quale la scultura si lega indissolubilmente alla storia.
cattedrale gerace Locri, Monasterace, Gerace, Stilo
Locri è una colonia greca fondata nel VII secolo a.C. che si affaccia sul mar Ionio, lungo la Riviera dei Gelsomini. Vi si possono trovare spiagge infinite e acque tra le più pulite e limpide della Calabria. Di particolare interesse è l'area archeologica situata a circa 3 km dal comune, in quanto la distanza dalla moderna cittadina ha permesso di preservarne l’integrità. Da visitare il Parco Archeologico di Locri Epizefiri; i resti dei templi, dei teatri e delle mura di cinta di epoca magnogreca e soprattutto il completissimo "Antiquarium”, che espone migliaia di reperti di epoca preellenica, magnogreca e romana. E’ consigliata la visita alla vicina città di Monasterace: secondo la leggenda, nell'VIII secolo a.C., Caulone, figlio dell'amazzone Cleta, approdò sulle coste antistanti l'odierna Monasterace Marina e lì fondò l'antica Kaulon della Magna Grecia, di cui sono ancora visibili i resti. Da vedere anche il Castello Medievale e i ruderi della chiesetta bizantina intitolata a San Marco e le numerose chiese, tra cui quelle di Maria SS di Porto Salvo e San Nicola di Bari. Gerace, collocata nel cuore del Parco Nazionale dell'Aspromonte, è ricca di tesori architettonici: dalla grande Cattedrale di origine bizantina, alle innumerevoli chiese e abitazioni scavate nel tufo. Il suo borgo medievale è considerato uno tra i più belli d'Italia. Dalla sua posizione arroccata, la cittadina gode di un'ampia visuale su gran parte del territorio della Locride. Ai piedi del Monte Consolino sorge Stilo - delizioso paesino che diede i natali al filosofo Tommaso Campanella - con la celeberrima “Cattolica”, massimo esempio di architettura sacra bizantina della regione, tra i migliori d’Italia.
cala2 Tropea
E’ un centro di attrazione turistica internazionale di incredibile bellezza paesaggistica. La sua morfologia è del tutto particolare. Tropea si divide infatti in due parti: quella superiore, costruita su di una roccia a picco sul mare a un'altezza di circa 50 metri, dove si trova la gran parte degli abitanti e si svolge quindi la vita quotidiana del paese, e quella inferiore, chiamata “la marina”, situata in prossimità del mare, con le sue meravigliose scogliere, spiagge e insenature (secondo il Sunday Times, la spiaggia di Tropea è tra le 20 più belle d'Europa). Per la sua posizione, Tropea ricoprì un ruolo importante sia in epoca romana che in epoca bizantina. A quest’ultima risalgono la Chiesa di Tropea e le mura cittadine.
Di notevole interesse il centro storico e i suoi palazzi nobiliari arroccati sulla rupe a strapiombo sul mare, così come i "portali" dei palazzi che rappresentavano le famiglie nobiliari: alcuni sono dotati di grosse cisterne scavate nella roccia che servivano per accumulare il grano proveniente dal Monte Poro. Da non perdere l’Isola di Santa Maria con il suo bellissimo Santuario.
Nei pressi di Tropea sorge il bellissimo promontorio di Capo Vaticano. Il mare cristallino, dai fondali ricchi di pesce, rende Tropea e Capo Vaticano mete obbligate per gli appassionati di escursioni subacquee. La città è dotata inoltre di un porto turistico da cui è possibile raggiungere le vicinissime Isole Eolie. Degna di nota la cipolla rossa di Tropea, molto utilizzata nella preparazione dei piatti tipici del luogo, a cui è stato attribuito il marchio di qualità.
SCILLA Scilla
Dalle parole dello scrittore Alexandre Dumas: “Arrivai in città ammirando la sua strana posizione. Costruita su una altura discende come un lungo nastro sul versante orientale della montagna, poi girandosi a guisa di S viene a distendersi lungo il mare…”. Suggestiva cittadina di circa 5.000 abitanti, situata sull'omonima punta, è un’importante località turistica e balneare poco a nord di Reggio. Un altro tra i borghi più belli e caratteristici d'Italia, meta di artisti in ogni epoca e di ogni nazionalità e frequentatissima meta estiva, è raggiungibile da Pizzo in soli 45 minuti. Le sue origini sono antichissime, confuse tra mitologia, storia, e leggende alimentate da tempo immemore dall’indiscutibile fascino dell'ambiente naturale circostante.
Scilla è considerata la perla di quel tratto di costa calabrese meglio conosciuto come Costa Viola, famoso per le acque incontaminate e la bellezza dei fondali marini. Da visitare il magnifico Castello dei Ruffo: uno degli elementi più caratteristici del paesaggio dello Stretto di Messina e del circondario reggino, testimonianza di secoli di storia; il sentiero dei Ruffo, tratto dell'antica Via Popilia romana; l’antico borgo di Chianalea, denominato la "piccola Venezia del Sud" perché le case, costruite sugli scogli, si affacciano direttamente sul mare e sono separate le une dalle altre da stretti vicoli che scendono direttamente nel mar Tirreno; le grotte di Tremusa, di origine carsica, ricche di stalattiti e stalagmiti, le cui volte sono rivestite di fossili marini.
Reggio_Calabria Reggio Calabria
Distante solo un’ora da Pizzo, è la più grande città della Calabria e una delle più antiche d’Europa.
Presenta numerosi siti archeologici sia d’epoca greca che romana. Il centro storico, parzialmente distrutto dal terremoto del 1908, è costituito prevalentemente da palazzi in stile Liberty.
Il lungomare, orgoglio della città, definito da Gabriele D’Annunzio “il più bel chilometro d’Italia”, si presenta come un bellissimo orto botanico punteggiato di gigantesche magnolie, palme, piante rare ed esotiche.
Da vedere: Il Museo Archeologico Nazionale, inaugurato nel 1959, il Museo è stato oggetto nel corso degli anni, di trasformazioni di grossa portata, quali l'allestimento, nel 1981, della Sezione di archeologia subacquea, resosi necessario per dare un'adeguata visibilità ai famosissimi Bronzi di Riace rinvenuti nel 1972, nonché la realizzazione del settore al secondo piano dedicato alle colonie della Magna Grecia.
Il Duomo, la più ampia cattedrale della regione con al suo interno la “Cappella del Sacramento” del sec. XVI. Reggio è anche apprezzata per lo shopping di qualità.
taormina Taormina
In di 2 ore si può raggiungere la Sicilia e visitare l’antica e splendida Taormina, uno dei luoghi da visitare più belli al mondo. La città sorge su una terrazza naturale che guarda verso il mare. Con il suo aspetto di borgo medievale dai caratteristici edifici, rappresenta anche un importante meta per lo shopping di artigianato tipico siciliano. Assolutamente da visitare è il Teatro Greco (III a.C.), da cui si può godere uno spettacolare panorama sul mare turchese fin sulle coste della Calabria. Da vedere inoltre la bellissima Piazza panoramica, i rigogliosi giardini della Villa Comunale ed una delle spiagge più belle del mondo, quella dell’Isola Bella, una piccolissima isola situata nella Baia di Taormina, collegata alla terraferma da un lembo di terra.
eolie Isole Eolie
Le sette isole dell'arcipelago delle Eolie si possono raggiungere facilmente, in motonave con 2 ore e mezza di navigazione, dai porti di Vibo Marina e di Tropea. Caratterizzate da un insieme vario di straordinari angoli costieri che offrono la possibilità di escursioni in barca con visioni inaspettate di grotte, faraglioni, complesse scogliere, spiagge di finissima sabbia vulcanica. Le più importanti da visitare sono Lipari, Stromboli e Panarea. Lipari, la maggiore, attrae numerosissimi visitatori italiani e stranieri per il grande patrimonio paesaggistico e culturale che offre e che, di solito, effettuano escursioni giornaliere nelle altre isole. Stromboli, con il suo vulcano ancora attivo, offre al visitatore meravigliosi spettacoli con le sue frequenti eruzioni e colate laviche. Panarea, l'isola scelta dai vip italiani e stranieri che ne hanno restaurato le case, è vitale e accesa di colori e luci con le sue boutiques, gli alberghi e i locali notturni alla moda.
sila Sila – Pollino – Aspromonte
La natura in Calabria è stata generosa tanto da essere la regione più protetta d’Italia con ben tre Parchi Nazionali, Pollino, Sila ed Aspromonte. La particolare collocazione dei parchi, a ridosso delle coste, permette di raggiungerli facilmente da Pizzo nell’arco di un’ora consentendo così di costruire una vacanza diversificata. Il Pollino è la più estesa area protetta d’Italia e una delle maggiori aree wilderness italiane. Simbolo del parco è il Pino Loricato. Ospita numerosi siti paleontologici, gole, grotte e inghiottitoi, fruibili ed adatte speleologia e torrentismo. In particolare la valle del Raganello e la valle del Lao dove è possibile praticare anche lo sport del Rafting.
La Sila è l’altopiano più grande d’Europa ed è stata definita anche il “Gran Bosco d’Italia” per l’immensa vastità dei suoi boschi caratterizzati dalla presenza di numerosi laghi, tra cui di particolare bellezza il Lago Cecita ed il Lago Ampollino.
Il Parco è l’ambiente ideale per effettuare escursioni a piedi, in mountain-bike, a cavallo, oltre al birdwatching, al canottaggio, agli sport invernali per i quali particolarmente attrezzate sono le località di Camigliatello Silano, Lorica e Villaggio Palumbo,famose anche per la presenza di piste sciistiche. Per turisti appassionati di ippica esistono 100 km di ippovie.
Posto alla estrema punta della penisola italiana, a ridosso dello Stretto di Messina, l’aspro e selvaggio Massiccio dell’Aspromonte rappresenta una delle aree più misteriose e affascinanti d’Italia. Esiste una rete organica di sentieri che offre l’opportunità di praticare attività escursionistiche nei luoghi naturalistici più belli dell’Aspromonte come la Valle delle Pietre con il monolite più grande d’Europa (Pietra Cappa).

CONTATTACI

AREA RISERVATA

Stato della connessioneYou are not logged in.